TEMPO DI REGALI

Periodo d’Avvento…domanda da 1.000.000 di euro per la maggior parte dei genitori: qual è il giocattolo giusto che posso regalare a mio figlio o a mia figlia?
Questo per evitare, come spesso abbiamo vissuto anche in prima persona in un passato neanche troppo remoto, che il bambino di due anni riceva una pista di automobiline elettriche fatta di paraboliche e pulsanti sensibilissimi. O che la bambina in età prescolare si ritrovi calcolatrici o giochini elettronici fatti per bambine che frequentano le medie.
Dicono gli esperti: un buon giocattolo è quello che è adatto all’età dei piccoli. Un gioco difficile può affaticare, disorientare. Un giocattolo troppo facile annoia il bambino, non gli porta nulla. Un buon giocattolo è anche quello adatto al sesso, alla sua personalità, alle possibilità della famiglia. Anche l’ambiente in cui si vive ha un ruolo importante: è forse consigliabile regalare una batteria o una tromba a chi vive in un appartamento mal insonorizzato?

Fattore importantissimo nella scelta del regalo è che dia piacere al bambino e non necessariamente a chi lo regala. Dimentichiamo quindi i sogni inesauditi della nostra infanzia, che ci portano a regalare giochi che suscitano solo malumore in chi li riceve. Inoltre, quante volte ci siamo stupiti di fronte a piccole creature che preferivano il giocattolo semplice a quello sofisticato, caro, di prestigio (spesso per i genitori…). Che cosa il bambino poi farà del giocattolo sono affari suoi: uno dei pregi insiti nel gioco è proprio lo sviluppo della creatività e della personalità.

(da COOP.CH)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.