A SCUOLA PIU’ TARDI?

Andare a scuola più tardi non solo fa guadagnare salute agli adolescenti, ma può anche influire positivamente sul Pil. Lo afferma uno studio della Rand Corporation (Research And Development – Istituto di ricerca non profit statunitense), che per gli Usa ha calcolato un guadagno di 87 miliardi di dollari in dieci anni spostando l’orario di ingresso alle 8.30.

I ricercatori hanno elaborato un modello a partire da stime precedenti secondo cui un’ora addizionale di sonno aumenta la probabilità di diplomarsi del 13,3%, e il tasso di frequenza all’università del 9,6%.

Ai vantaggi economici dovuti ai migliori lavori trovati da chi si è diplomato o laureato sono stati aggiunti quelli derivanti dai minori incidenti stradali. I dati sono stati poi applicati alle scuole e alle università negli Usa, di cui l’87% inizia prima delle 8.30.

Sull’altro piatto della bilancia sono stati considerati i maggiori costi per i trasporti e per le infrastrutture scolastiche derivanti dal diverso orario di apertura. Già dal secondo anno, scrivono gli autori, i benefici superano i costi, mentre dopo dieci anni i guadagni sono doppi rispetto alle spese e dopo 15 tripli. In totale per gli Usa la stima è appunto di 87 miliardi di dollari di maggior Pil in dieci anni.

“Un piccolo cambiamento può risultare in grandi benefici economici. Nei fatti il livello di benefici e il periodo di tempo necessario a recuperare le spese derivanti da questo cambiamento ha pochi precedenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *