1° MAGGIO – Festa dei Lavoratori

Il vecchio muratore

Hoo giràà quasi mezz mund
cun cazœla e ’l fil a piumb
hoo fà su cunt i me man
cent palazz da undas pian:
tuti in fila ai vedi là
e me paran ‘na gran città.
Ma per mi e la mia vegia
sun mia riusìì a vanzà ‘na regia:
la muraja l’è da legn,
i finestri g’han mia i vedri
e dal tecc de paia e tola
ven dent acqua quant che ‘l mola.
In dal paes che hoo fà sù
ma vurevan propri pù.
Mi hoo sempar laurà par tucc
perché nissun l’ha laurà par nunc?

libera versione da GIANNI RODARI

Giovanni Sottocornola (Il muratore – 1891)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.