NUCLEARE O …NO…MA SE I NOSTRI VICINI…

Duecentoventicinque lacune nella sicurezza delle centrali nucleari svizzere. Sono state elencate in un documento datato 17 marzo 2011 che oggi, domenica, il Sonntagsblick pubblica in esclusiva. In sostanza, le lacune registrate sono state 86 a Leibstadt, 73 a Beznau 1 e 2, 36 a Gösgen e 30 a Mühleberg.
Tutte queste centrali distano da Como meno di 200 km. in linea d’aria.
I dati sono stati raccolti dall’ispettorato per la sicurezza nucleare sotto la rubrica “affari aperti” e le sottorubriche “errori nel nucleo della centrale”, “guasto della pompa del reattore”, “emergenza nel raffreddamento dell’edificio”, “disinserimento automatico delle turbine”. Dati tenuti, finora, segretamente in un cassetto.
Insomma, c’è poco da stare allegri. Il recente disastro accaduto in Giappone ha giustamente messo in allarme tutti i Paesi sul cui territorio trovano posto centrali nucleari. E in Italia…speriamo che le Alpi facciano da barriera!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *