San Lorenzo

E’ una notte piena di magia, quella del dieci agosto. Ogni anno gli occhi di moltissimi persone fissano il cielo sperando di avvistare almeno una stella cadente. Si dice, infatti, che grazie a questo “miracolo” della natura i sogni si avverino.

Nella tradizione popolare le stelle sono chiamate anche “fuochi di San Lorenzo”, a memoria delle scintille della graticola su cui fu arso vivo il martire. In termini scientifici: ogni anno tra la fine di luglio e l’inizio di agosto, con un picco dal 10 agosto, i detriti della cometa Swift-Tuttle entrano nell’atmosfera terrestre alla velocità di 40 chilometri al secondo e si incendiano, dando luogo a quelle strisce luminose chiamate “stelle cadenti”.

Speriamo che quest’anno se ne avvistino tantissime e ciascuna…esaudisca un desiderio. Ne abbiamo estrema necessità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *